1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
\\
Vai alla pagina iniziale
 
Camera di Commercio di Massa-Carrara
Per informazioni relative a quest'area rivolgersi a:

UFFICIO MARCHI E BREVETTI

Indirizzo:

Piazza 2 Giugno n.16
54033 Carrara (MS)

Telefono:
0585/764 226
Fax:
0585/776515

Email:

ufficio.brevetti@ms.camcom.it

Orari:
UFFICIO MARCHI E BREVETTI

Indirizzo:

Piazza 2 Giugno n.16
54033 Carrara (MS)

Telefono:
0585/764 226
Fax:
0585/776515

Email:

ufficio.brevetti@ms.camcom.it

Orari:
Emergenza COVID-19: orario ridotto per la fruizione dei servizi.
Contattare telefonicamente gli uffici
 

Contenuto della pagina

Brevetti, Modelli e Marchi

ATTENZIONE - DURANTE IL PERIODO DI EMERGENZA COVID 19 L'UFFICIO RICEVE SU APPUNTAMENTO (IN HOMEPAGE LE REGOLE D'ACCESSO AGLI UFFICI CAMERALI)

- Decreto Crescita: 50 milioni di euro per la valorizzazione della proprietà industriale e per il trasferimento tecnologico

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato cinque Bandi per la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca e sviluppo.

Il pacchetto di misure è previsto dal Decreto Crescita con l'obiettivo di facilitare e promuovere la brevettabilità delle innovazioni.

Beneficiari e risorse stanziate:

Le micro, piccole e medie imprese potranno presentare la richiesta di accesso agli incentivi per l'acquisto di servizi, fino all'esaurimento delle risorse, a partire:

dal 30 gennaio 2020 per le domande relative al , bando Brevetti+ a cui sono destinati 21,8 milioni di euro, gestiti da Invitalia;
dal 27 febbraio 2020 per le domande relative al bando Disegni+, a cui sono destinati 13 milioni di euro, gestiti da Unioncamere;
dal 30 marzo 2020 per le domande relative al , bando Marchi+,a cui sono destinati 3,5 milioni di euro, gestiti da Unioncamere.

Le risorse finanziarie disponibili sono circa 50 milioni di euro.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata del sito del sito del Mise







 

Dal 27 maggio al Via Disegni +4

Disegni +4 ha una dotazione di 13 milioni di euro.
L'incentivo viene riconosciuto per l'acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione di disegni e modelli singoli o multipli registrati a decorrere dall'1 gennaio 2018.
I beneficiari possono essere imprese di micro, piccola e media dimensione.Le domande di concessione devono essere presentate ad Unioncamere dalle ore 9 del 27 maggio 2020 e fino a esaurimento delle risorse. 
Per maggiori informazioni Disegni +4 (sito uibm.mise.gov.it)

 

Dal 16 aprile è possibile iscriversi al registro dei marchi storici di interesse nazionale

È stato pubblicato il 7 aprile 2020 sulla Gazzetta Ufficiale il decreto direttoriale che stabilisce le modalità per l'iscrizione al registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale.
L'iscrizione può essere richiesta a decorrere dal 16 aprile 2020 presentando una domanda all'Ufficio italiano brevetti e marchi esclusivamente in via telematica, attraverso il portale on line raggiungibile al link https://servizionline.uibm.gov.it
Per la presentazione dell'istanza è dovuto il pagamento del bollo di 15 euro.
Si ricorda che condizione necessaria per l'iscrizione è che il marchio sia registrato da almeno 50 anni e rinnovato con continuità nel tempo o, nel caso di marchio non registrato, che vi sia stato un uso effettivo e continuativo da almeno 50 anni, da comprovare.
L'Ufficio provvederà a verificare dette condizioni in un tempo massimo di 60 giorni nel caso di marchio registrato e di 180 giorni nel caso di marchio non registrato.Il registro dei marchi storici di interesse nazionale è consultabile sulla banca dati dei depositi e dei titoli di proprietà industriale dell'UIBM.






 

Novità normative in materia di marchi d'impresa

Con l'emanazione del D.lgs. 20 febbraio 2019 n. 15 (Gazzetta Ufficiale dell'8 marzo 2019 n. 57), il nostro legislatore ha dato attuazione alla Direttiva (UE) 2015/2436 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2015, sul ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di marchi d'impresa, nonché per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2015/2424 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2015, recante modifica al regolamento sul marchio comunitario.Tra le novità introdotte dal legislatore le modifiche alla disciplina del marchio collettivo: questo è ora distinto in marchio collettivo e marchio di certificazione.

ATTENZIONE: ai sensi dell'art. 33 del D.lgs. n. 15/2019 entro il 23 marzo 2020 tutti i titolari di marchi collettivi, registrati sulla base della normativa antecedente il D.lgs. 15/2019, quale che sia la data di scadenza del titolo di interesse, devono necessariamente indicare all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, pena la decadenza del marchio, se intendano optare per la sua classificazione in marchio collettivo come specificato nella "nuova disciplina", ovvero in marchio di certificazione.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina dedicata dell' UIBM

 

Nuove modalità di deposito marchi modalità "fast track"

Si avvisa l'Utenza che, a decorrere dal 26 febbraio 2019, sarà attiva sul portale on line (https://servizionline.uibm.gov.it) la nuova procedura per il deposito delle domande di marchio in modalità "fast track", finalizzata a ridurre i tempi della fase di esame e a consentirne, in assenza di rilievi, la pubblicazione sul bollettino, entro i successivi 7 giorni.
Si specifica che la procedura "fast track" potrà essere utilizzata esclusivamente per le domande depositate tramite il portale on line che presentano le seguenti caratteristiche:
1. assenza di rivendicazioni di priorità;
2. i prodotti/servizi indicati nella domanda dovranno necessariamente appartenere a quelli inclusi nell'elenco della Classificazione Internazionale di Nizza vigente al momento del deposito;
3. tipologia del marchio "individuale";
4. natura del marchio "figurativo" o "denominativo";
5. pagamento delle Tasse di Concessione Governativa effettuato esclusivamente tramite la piattaforma PAGOPA e contestualmente al deposito della domanda.
L'Utenza potrà avvalersi di detta procedura rapida attraverso la selezione dell'opzione "fast track" in una delle prime schermate di accesso al suddetto portale on line.


 

Bollettini ingannevoli

immagine di AGCM

Nuova pronuncia dell'Autorità Garante delle Comunicazioni e del Mercato

L'Autorità Garante delle Comunicazioni e del Mercato ha trasmesso, con richiesta di diffusione, il provvedimento PS 10937 - REGISTRO MARCHI ITALIANI con cui è stata vietata la pratica commerciale posta in essere da A-286 S.u.a.r.l.

L'autorità ha accertato che "la pratica veniva attuata tramite la diffusione di una comunicazione, inviata per posta ad imprese con sede in Italia che avevano effettuato in precedenza una domanda di registrazione presso l'Ufficio Italiano dei marchi e brevetti.

La comunicazione commerciale diffusa dalla società A-286 si presenta come un modulo di pagamento necessario per convalidare la registrazione di un proprio marchio presso l'Ufficio Italiano dei marchi e brevetti. L'invio di tale modulo e il pagamento ivi richiesto, in realtà, nulla hanno a che fare con la domanda di registrazione presso l'Ufficio Italiano dei marchi e brevetti in precedenza effettuata dalle imprese contattate essendo, invece, diretti ad ottenere l'inconsapevole pagamento di una somma di denaro per un servizio non richiesto, consistente nell'inserimento in una banca dati pubblicitaria su internet"
.

 
 
 

Nuovo sistema ePCT per il deposito telematico delle domande internazionali di brevetto

A decorrere dal 4 dicembre 2017 il deposito telematico delle domande internazionalidi brevetto, secondo il Trattato di Cooperazione in materia d ibrevetti, può essere effettuato presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) nella sua qualità di ufficio ricevente, tramite il sistema elettronico denominato ePCT, messo a disposizione dall'OMPI (OrganizzazioneMondiale della Proprietà intellettuale) con le modalità tecnichedi cui all'Allegato 1.

Il nuovo sistematelematico consentirà all'utenza italiana di:
- depositare la domanda di brevetto da casa o ufficio, in qualsiasi momento (il sistema è attivo h24),
- vedersi attribuire immediatamente la data internazionale di deposito,
- ridurre i costi risparmiando il pagamento della tassa di deposito (di 183,00 euro),
- richiedere all'UIBM, quale Ufficio Ricevente, di preparare e trasmettere i documenti di priorità, previo assolvimento dell'imposta di bollo,
- comunicare con l'Ufficio in maniera più rapida edefficiente,
- accedere a tutti i servizi telematici post-filing del portale ePCT.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina dell'UIBM http://www.uibm.gov.it/index.php/04-12-2017-avvio-del-deposito-telematico-delle-domande-internazionali-di-brevetto-per-gli-utenti-italiani-che-si-avvalgono-dell-uibm-come-receiving-office

 

 
 

BREVETTI, MODELLI, MARCHI


Brevetti, marchi e disegni industriali, dal 2 febbraio le nuove domande online

Da Lunedì 2 febbraio 2015 sarà possibile trasmettere, direttamente da casa, sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, le domande di brevetto, marchio e disegno industriale. La nuova modalità di deposito telematico consente di provvedere alla quantificazione e al pagamento delle tasse dovute tramite modello F24 e interagire rapidamente con l'Amministrazione. Il nuovo servizio, frutto della collaborazione tra la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e l'Agenzia delle
Entrate, permetterà a l'utenza un risparmio sia in termini di costi sia il miglioramento delle informazioni e quindi la possibilità di avere un aggiornamento della banca dati sui titoli di proprietà industriale in tempo reale.

 


L'eventuale deposito cartaceo presso la CCIAA che potrà continuare ad  essere realizzato esclusivamente seguendo le istruzioni del Ministero e su apposita modulistica, comporterà il pagamento dei Diritti di Segreteria alla CCIAA di Massa Carrara nella misura di €40,00 oppure €43,00 (in caso di rilascio di copia autentica) da effettuarsi tramite versamento su c/c postale 10033546.

 

 
 

Incentivi per la valorizzazione economica dei brevetti
 

 
 
Voto

Non sono presenti commenti