1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
\\
Vai alla pagina iniziale
 
Camera di Commercio di Massa-Carrara
Per informazioni relative a quest'area rivolgersi a:

UFFICIO REGISTRO IMPRESE

Indirizzo:
Piazza 2 Giugno n.16
54033 Carrara (MS)
tel.0585/764 - 222 - 212 - 259 - 244 - 263 
Fax:0585/764205
Email:registro.imprese@ms.camcom.it
Il personale addetto al Servizio Registro Imprese e Certificazioni per l'Estero risponderà alla richieste di informazioni telefoniche nei seguenti orari:
- dal lunedì al venerdì mattina: dalle ore 12:15 alle ore 14:00;
- martedì e giovedì pomeriggio: dalle ore 14:30 alle ore 15:00 e dalle ore 16:15 alle ore 17:00 

Orari apertura c/o sede di Carrara:
da lunedì a venerdì 8.30-12.15
martedì e giovedì anche 15.00-16.00

Vidimazione libri e scritture contabili:solo martedi' e giovedi' 8.30-12.15 e 15.00-16.00
 

Contenuto della pagina

IMPRESE ESERCENTI ATTIVITA' DI FACCHINAGGIO

 
 

Informazioni generali

Sono tenute a presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) presso l'Ufficio del Registro delle Imprese della C.C.I.A.A territorialmente competente tutte le imprese che esercitano la propria attività nel settore del facchinaggio, nonché tutte le attività complementari alla movimentazione delle merci e dei prodotti.

Rientrano nel settore le attività individuate nel Decreto Interministeriale n.221/2003 e di seguito specificate:
1) portabagagli, facchini e pesatori dei mercati agro-alimentari, facchini degli scali ferroviari, compresa la presa e consegna dei carri, facchini doganali, facchini generici, accompagnatori di bestiame, ed attività preliminari e complementari; facchinaggio svolto nelle aree portuali da cooperative derivanti dalla trasformazione delle compagnie e gruppi portuali in base all' art.21 della legge 28 gennaio 1994, n.84, e successive modificazioni ed integrazioni
2) insacco, pesatura, legatura, accatastamento e disaccatastamento, pressatura, imballaggio, gestione del ciclo logistico (magazzini ovvero ordini in arrivo e partenza), pulizia magazzini e piazzali, depositi colli e bagagli, presa e consegna, recapiti in loco, selezione e cernita con o senza incestamento, insaccamento od imballaggio di prodotti ortofrutticoli, carta da macero, piume e materiali vari, mattazione, scuoiatura, toelettatura e macellazione, abbattimento di piante destinate alla trasformazione in cellulosa o carta e simili, ed attività preliminari e complementari.

Requisiti professionali

A seguito del D.L. 31/01/2007 n. 7, convertito in legge n. 40 del 02/04/2007 l'esercizio delle attività di facchinaggio non è subordinato al possesso dei requisiti previsti dall'art. 6 del D.I. 30/06/2003 n. 221, pertanto l'attività di facchinaggio può essere esercitata anche in assenza del preposto alla gestione tecnica, deve comunque essere dimostrato il possesso dei requisiti di onorabilità.

Fasce di classificazione

Le imprese di facchinaggio vengono classificate in base al volume di affari, al netto dell'IVA, realizzato in media nell'ultimo triennio nello specifico ambito di attività. Le imprese attive da meno di tre anni, ma non meno di due, accedono alle fasce di classificazione sulla base della media del volume di affari di tale periodo.
Le imprese di nuova costituzione o con un periodo di attività inferiore ai due anni di attività vengono inserite nella fascia iniziale.
Le fasce vengono così distinte:
a) inferiore a 2,5 milioni di euro; b) da 2,5 a 10 milioni di euro; c) superiore a 10 milioni di euro.
L'impresa, limitatamente all'attività di facchinaggio, fornisce l'elenco dei servizi eseguiti nel periodo di riferimento, con l'indicazione dei compensi ricevuti. La variazione negativa della fascia di classificazione di appartenenza, deve essere comunicata entro 30 giorni dal verificarsi dell'evento, in ogni altro caso la comunicazione rimane facoltativa.



Voto

Non sono presenti commenti