1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
\\
Vai alla pagina iniziale
 
Camera di Commercio di Massa-Carrara

Contenuto della pagina

Un momento dell'incontro

La provincia apuana pronta a volare verso Expo 2015 con i suoi 70 prodotti tipici che ben rappresentano il nostro territorio fra le 463 specialità alimentari che hanno reso famosa la Toscana nel mondo. Ed è sempre più chiaro che all'altare dell'esposizione universale salirà vestita di «bianco» per presentarsi di fronte a un pubblico di 30 milioni di visitatori provenienti da ogni parte del globo. Marmo, lardo e vino (bianco certamente, ma anche rosso) saranno inevitabilmente il filo conduttore della nostra terra che dovranno in qualche modo riunire ed amalgamare attorno a sé tutte le bellezze, i colori e i sapori della provincia attraverso 2 o 3 eventi mirati a richiamare più interesse possibile. La traccia c'è. Resta però da trovare la quadratura del cerchio per organizzare al meglio le attività e le iniziative che la provincia di Massa Carrara metterà in campo nei 184 di giorni Expo. A fare il punto, alla Camera di Commercio incaricata di coordinare le iniziative che caratterizzeranno la proposta del territorio, sono intervenuti l'assessore regionale Gianni Salvadori e la rappresentante di Toscana Promozione, Silvia Burzagli per incontrare prima i sindaci dei Comuni di Massa Carrara, successivamente le associazioni di categoria. "Non si può restare con le mani in mano e lasciare tutto alla programmazione della Regione; - ha spiegato il consigliere regionale Loris Rossetti, presidente della commissione agricoltura, e promotore dell'incontro - serve l'attenzione di tutti i soggetti interessati dall'Expo sul territorio.

L'obiettivo dell'incontro era di illustrare la partecipazione della Toscana a Expo 2015 e di chiedere al territorio apuano i progetti con i quali intende partecipare e mettersi in mostra di fronte al mondo intero. "La Toscana sarà ospitata all'interno del padiglione Italia - ha illustrato l'assessore Salvadori - ma avrà anche uno spazio nel centro di Milano, 400 metri quadrati a cinque minuti dal Duomo, affittati per tutta la durata dell'esposizione da Toscana Promozione con giardino esterno per eventi, un auditorium, cucina e wine bar per coinvolgere il quinto senso dei visitatori". Il presidente della Camera di Commercio Dino Sodini ha chiesto un'attenzione particolare alla Regione nei confronti della provincia apuana che "in questi ultimi due anni ha ha registrato dati negativi nel settore turistico. Noi crediamo molto nell'Expo e vogliamo fare un gioco di squadra".

E per fare gioco di squadra la Regione ha già stanziato 2 milioni di euro per organizzare la partecipazione all'esposizione universale: "Adesso chiediamo ai territori idee e progetti". Già fissato quindi un nuovo incontro giovedì prossimo, per analizzare le proposte; il coordinamento è stato affidato alla Camera di Commercio. Intanto l'unica a essersi mossa è proprio la Toscana che ha suddiviso la regione in 10 percorsi turistici che la raccontano e invogliano a scoprirla; uno è dedicato a Massa Carrara ed è intitolato "Le terre dell'oro bianco", con riferimento al marmo, al lardo di Colonnata, e al vino (bianco e non) del Candia. Ma la sfida che aspetta gli enti locali, le associazioni di categoria e la Camera di commercio sarà anche questa: costruire qualcosa di diverso che riunisca tutte le altre specialità e mostri al mondo che la nostra provincia, di bianco vestita, non è soltanto marmo e lardo e ha molto altro da offrire.

 
 
 
nclude TemplatesUSR-Site-include/AdminLink.txt}